Consulenza legale per ecommerce con un Team di avvocati esperti in privacy e diritto digitale, dal 2011.
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Normativa sul Whistleblowing: guida aziende

10/02/2024

Normativa sul Whistleblowing: guida aziende



Il mondo del lavoro sta vivendo una trasformazione significativa grazie all'introduzione della normativa sul c.d. "Whistleblowing", un passo avanti nella promozione di un ambiente lavorativo più trasparente e sicuro. In questo articolo, esploreremo la normativa, da dove origina, come si applica in Italia, gli obblighi per le aziende, come adeguarsi e, infine, il contributo di LegalBlink in questo contesto.


SOMMARIO


Origine della normativa sul Whistleblowing
Il recepimento in Italia
Gli obblighi per le aziende
Per quali reati si applica la legge sul Whistleblowing
Sanzioni per mancato rispetto della normativa sul Whistleblowing
Come adeguarsi al Whistleblowing
LegalBlink e il suo tool

 

Origine della normativa sul Whistleblowing



La normativa europea sul Whistleblowing deriva dalla Direttiva (UE) 2019/1937 del Parlamento Europeo e del Consiglio, nota come la "Direttiva Whistleblowing". Questa direttiva mira a proteggere coloro che segnalano violazioni del diritto dell'Unione in ambiti specifici, incoraggiando un clima di trasparenza e responsabilità all'interno delle organizzazioni.

 

Il recepimento in Italia



L'Italia ha recepito la Direttiva Whistleblowing con il Decreto Legislativo n. 105 del 30 giugno 2021, che ha integrato e ampliato il quadro normativo precedentemente stabilito dalla Legge 179/2017. Questo decreto legislativo estende la protezione a chi segnala violazioni e introduce obblighi più stringenti per le pubbliche amministrazioni e le aziende private.

 

Gli obblighi per le aziende



Le aziende, sia pubbliche che private, sono ora tenute a:

 

  • Implementare canali sicuri e anonimi per la ricezione delle segnalazioni.
  • Assicurare la protezione dei whistleblower contro ritorsioni, discriminazioni o altri trattamenti ingiusti.
  • Designare una persona o un dipartimento responsabile della gestione delle segnalazioni.
  • Fornire feedback al whistleblower entro un termine massimo di tre mesi dalla segnalazione.
 
Whistleblowing legge obblighi aziende
 

Per quali reati si applica la legge sul Whistleblowing



La normativa sul Whistleblowing si applica a una vasta gamma di reati e violazioni del diritto dell'Unione Europea. Questi includono, ma non sono limitati a:

 
  1. Violazioni Finanziarie: Frode, corruzione, evasione fiscale, e violazioni delle norme di concorrenza.
  2. Salute Pubblica e Sicurezza: Violazioni che riguardano la sicurezza dei prodotti, la sicurezza dei trasporti, la protezione dell'ambiente e la salute pubblica.
  3. Protezione dei Dati e Privacy: Violazioni del GDPR e altre normative sulla protezione dei dati personali.
  4. Abusi sui Diritti dei Lavoratori: Inclusi sfruttamento lavorativo, discriminazione e violazione delle norme sul lavoro.
  5. Sicurezza Alimentare: Non conformità alle normative sulla sicurezza e qualità degli alimenti.
  6. Protezione dell'Ambiente: Violazioni delle leggi ambientali, inclusi inquinamento, danni alla biodiversità e non rispetto delle normative sui rifiuti.
  7. Nucleare e Radioprotezione: Violazioni delle norme sulla sicurezza nucleare e radioprotezione.
  8. Sicurezza dei Consumatori: Violazioni riguardanti la sicurezza dei prodotti e servizi destinati ai consumatori.
  9. Fondi Pubblici: Abusi o irregolarità nella gestione di fondi pubblici o nella concessione di sovvenzioni.



La normativa mira a proteggere coloro che segnalano queste violazioni, incentivando la trasparenza e la responsabilità all'interno delle organizzazioni, sia pubbliche che private.

 


Sanzioni per mancato rispetto del Whistleblowing


 

Le aziende che non rispettano la normativa sul Whistleblowing si espongono a sanzioni severe, che possono avere un impatto significativo sia dal punto di vista finanziario che reputazionale. In particolare, in base al Decreto Legislativo n. 105/2021, che recepisce in Italia la Direttiva (UE) 2019/1937, le aziende possono affrontare sanzioni pecuniarie considerevoli.

Le sanzioni per la non conformità possono raggiungere cifre rilevanti. Ad esempio, per le violazioni più gravi, come la mancata istituzione di canali di segnalazione interni o l'adozione di misure di ritorsione nei confronti dei whistleblower, le aziende possono essere soggette a multe che possono variare significativamente, arrivando fino a 50.000 euro o anche più, a seconda della gravità e delle circostanze specifiche della violazione.

Oltre alle multe, le aziende devono considerare i costi legali associati alla gestione delle dispute legali, che possono emergere in caso di azioni giudiziarie intraprese dai dipendenti. Questi costi possono rapidamente accumularsi, aggiungendo un ulteriore onere finanziario.

La reputazione aziendale è un altro fattore critico da considerare. Le violazioni della normativa sul Whistleblowing possono minare la fiducia dei clienti, dei partner commerciali e dei dipendenti, portando a un danno reputazionale che può avere un impatto a lungo termine sulla posizione competitiva e sulla sostenibilità dell'azienda.

In conclusione, la non conformità alla normativa sul Whistleblowing non solo comporta rischi legali e finanziari immediati, ma può anche avere ripercussioni durature sulla reputazione e sulla fiducia aziendale. Pertanto, è fondamentale per le aziende adottare un approccio proattivo per assicurarsi di rispettare pienamente queste importanti disposizioni legali.

 

Come adeguarsi alla legge sul Whistleblowing



Per adeguarsi alla normativa, le aziende devono adottare una serie di misure:

 

  1. Valutazione dei Rischi: Identificare le aree di rischio all'interno dell'organizzazione che potrebbero essere soggette a segnalazioni.
  2. Implementazione di Canali di Segnalazione: Stabilire meccanismi sicuri e accessibili per permettere le segnalazioni anonime.
  3. Formazione e Sensibilizzazione: Educare i dipendenti sui diritti e le procedure di whistleblowing, enfatizzando l'importanza della segnalazione responsabile.
  4. Gestione delle Segnalazioni: Sviluppare procedure chiare per l'indagine e il follow-up delle segnalazioni, garantendo la riservatezza e la protezione del whistleblower.
 
Whistleblowing LegalBlink
 

LegalBlink e Whistleblowing

 

Dalla data di entrata in vigore della legge sul Whistleblowing  LegalBlink ha ricevuto numerose richieste di sviluppare un tool in grado di supportare le aziende in questo contesto.

Il nostro Team di Avvocati e IT si è quindi fin da subito impegnato attivamente nello sviluppo di un tool innovativo per il Whistleblowing.

Come fatto per il nostro generatore, l'obiettivo è quello di fornire alle aziende uno strumento che non solo assicuri la conformità alle normative in modo semplice ed efficace, ma che renda anche il processo di segnalazione accessibile e sicuro per tutti.
 

Per raggiungere questo scopo abbiamo però bisogno del tuo contributo!

Per rendere il nostro strumento il più efficace possibile, desideriamo ascoltare la tua opinione. Che tu sia un potenziale utente o interessato a diventare un rivenditore, il tuo feedback è fondamentale per noi.

 

👉 Partecipa al nostro questionario



La tua partecipazione ci aiuterà a capire meglio le tue esigenze e aspettative, permettendoci di affinare il nostro strumento e le nostre strategie per servirti al meglio.

LegalBlink è qui per guidarti attraverso la conformità al Whistleblowing, trasformando le sfide normative in opportunità di crescita e miglioramento. Insieme, possiamo lavorare per costruire un ambiente lavorativo più etico e trasparente.

Per ulteriori dettagli sul tool e su come LegalBlink può assisterti, non esitare a contattarci o a visitare il nostro sito. La tua voce conta: unisciti a noi in questa importante iniziativa.

Team LegalBlin