Consulenza legale per ecommerce con un Team di avvocati esperti in privacy e diritto digitale, dal 2011.
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Influencer: le Linee Guida

05/02/2024

Influencer: le Linee Guida 



Nell'era digitale, la figura dell'influencer ha acquisito un ruolo centrale nel modo in cui marchi e prodotti vengono pubblicizzati online, trasformando significativamente il paesaggio del marketing e della comunicazione.

Con l'aumento della loro influenza sulle decisioni d'acquisto dei consumatori, è diventato imperativo introdurre delle linee guida che regolamentino le attività degli influencer, garantendo trasparenza e onestà nella promozione di prodotti e servizi. In questo contesto, l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha preso dei provvedimenti decisivi, delineando un insieme di regole specifiche per regolare il settore in Italia. Questo articolo esplora le nuove linee guida stabilite dall'AGCOM, discutendo la loro importanza nel proteggere i consumatori e nel mantenere un equilibrio tra le esigenze di marketing delle aziende e l'integrità dei contenuti online prodotti dagli influencer.


SOMMARIO


Definizione di influencer
Ambito di applicazione
Obblighi applicabili agli influencer
Disposizioni essenziali
Influencer e scenari futuri
Conclusioni

 

Definizione di influencer



L’Autorità ha rilevato la crescente diffusione di contenuti pubblicati online, tramite piattaforme per la condivisione di video e social media, da parte di soggetti, reali o virtuali.

Ma chi sono gli "influencer"? L'AGCOM ne da una precisa definizione:
 

Per influencer si intendono quei soggetti che svolgono un’attività analoga o comunque assimilabile a quella dei fornitori di servizi di media audiovisivi sotto la giurisdizione nazionale, laddove svolgano attività economica e quando:

 

lo scopo principale del servizio offerto è la fornitura di contenuti, creati o selezionati dall’influencer, che informano, intrattengono o istruiscono e che sono suscettibili di generare reddito direttamente in esecuzioni di accordi commerciali con produttori di beni e servizi o indirettamente in applicazione degli accordi di monetizzazione applicati dalla piattaforma o dal social media utilizzato



Il fatto che l'Autorità fornisca una definizione di influencer è ovviamente molto importante per delimitare l'ambito di applicare dei nuovi obblighi di legge.

 

Ambito di applicazione



 Ancor di più nello specifico, per capire chi sono gli influencer professionali, cioè quelli che fanno questo lavoro in modo serio e seguono regole specifiche, dobbiamo guardare a certi criteri. Questi influencer si distinguono perché:

 
  1. Hanno almeno un milione di follower su tutte le piattaforme social dove sono attivi.
  2. Hanno condiviso almeno 24 contenuti in linea con le regole stabilite in un anno.
  3. Hanno un tasso di interazione (quanto il pubblico interagisce con i loro contenuti) medio del 2% o più negli ultimi sei mesi su almeno una piattaforma.



Ci sono anche influencer che non lavorano così intensamente o che non raggiungono queste cifre. Per loro, non sembra giusto imporre le stesse regole rigide, anche se le norme generali sulla pubblicità si applicano ancora ai loro contenuti.

L'Autorità vuole quindi applicare subito regole chiare agli influencer del primo gruppo, senza creare obblighi inutili. Un gruppo di esperti definirà meglio queste regole, anche considerando settori specifici.

Questo gruppo di esperti si occuperà anche di decidere come creare e pubblicare un elenco degli influencer professionali.

 

linee guida influencer

 

Obblighi subito applicabili agli influencer

 

Ecco i principali obblighi per gli influencer:

 

  • Rispettare le norme generali che si applicano a tutti, specialmente quelle sulla corretta informazione e il diritto d'autore.
  • Fare attenzione a proteggere i diritti fondamentali delle persone, inclusi i minori, e a promuovere valori positivi nello sport e nella società.
  • Essere chiari quando fanno pubblicità, seguendo le regole per le comunicazioni commerciali.



I video condivisi dagli influencer non devono:

 

  • Incitare al crimine o offendere la dignità umana.
  • Discriminare o promuovere l'odio contro qualsiasi gruppo o individuo.
  • Mostrare contenuti che potrebbero danneggiare i minori.



Gli influencer devono anche:

 

  • Evitare pubblicità nascoste o ingannevoli e mostrare chiaramente quando un contenuto è sponsorizzato.
  • Presentare le informazioni in modo veritiero e combattere la disinformazione.
  • Rispettare le leggi sul diritto d'autore.



Se non seguono queste regole gli influencer possono essere sanzionati.

 

Disposizioni essenziali del Codice di condotta sugli influencer

 

Per assicurarsi che gli influencer seguano le regole importanti, l'AGCOM ha in programma di creare uno o più codici di condotta.

Questi codici diranno agli influencer come adattare il loro modo di lavorare per rispettare le regole già descritte.

Ecco alcuni punti fondamentali da ricordare:

 

  • Il codice di condotta spiegherà in dettaglio come gli influencer possono assicurarsi di seguire le leggi del 8 novembre 2021, n. 208, rispettando certi principi fondamentali. Considererà anche le particolarità di ciascun servizio e piattaforma social usata per diffondere i contenuti.
Ricordiamo che questa normativa è stata introdotta per regolare le attività digitali e garantire che gli influencer, le aziende e altre parti interessate operino in modo etico e legale, proteggendo i consumatori e gli utenti delle piattaforme social da pratiche ingannevoli o dannose. 

 
  • Deve includere metodi per fare in modo che sia sempre chiaro chi ha creato un video e come contattarlo.
  • L'autorità controllerà che gli influencer seguano queste linee guida e il codice di condotta correttamente.
 

Influencer e scenari futuri

 

La normativa sugli influencer mira a proteggere gli utenti. Queste regole coincidono in parte con quelle già usate dalle piattaforme di video e social media, soprattutto riguardo la trasparenza e il riconoscimento delle pubblicità e le leggi che proteggono i consumatori.

L'Autorità potrebbe aggiornare le regole su come gli influencer vengono considerati fornitori di contenuti media dopo aver visto come funzionano queste linee guida iniziali.

Per le piattaforme che condividono video, continuano a valere alcune regole specifiche per garantire che gli influencer possano condividere i loro contenuti in modo appropriato.

Nel mondo dell'influencer marketing, che sta crescendo molto, ci sono molti attori coinvolti, non solo gli influencer.

Questo include agenzie specializzate, intermediari tra influencer e aziende, gestori di talenti, e altri che aiutano a espandere il pubblico, programmare i contenuti, e vendere pubblicità. Questi soggetti aiutano anche a rendere trasparenti le comunicazioni tra influencer e aziende, ma al momento non sono direttamente coperti dalle presenti regole. L'Autorità sta considerando di includerli in future linee guida.

Dato il settore in rapida evoluzione, l'Autorità potrebbe aggiornare le regole basandosi sui feedback ricevuti e sull'esperienza pratica, con l'aiuto di un gruppo di esperti dedicato.

Per approfondire le modalità di creazione del Tavolo tecnico per definire le ulteriori misure per il rispetto delle precisioni del Testo unico da parte degli influencer, clicca qui.

 

legge influencer

 

Legge sugli influncer e conclusioni


 

L'articolo esplora le nuove linee guida stabilite dall'AGCOM per regolare l'attività degli influencer, evidenziando l'importanza di criteri chiari per distinguere tra influencer amatoriali e professionali. Queste regole puntano a garantire trasparenza e protezione dei consumatori nell'ambiente digitale, imponendo agli influencer obblighi specifici in termini di pubblicità e contenuti.

L'introduzione di queste linee guida rappresenta un passo avanti significativo per la protezione dei consumatori online. Assicurando che gli influencer rispettino principi di trasparenza e correttezza, l'AGCOM contribuisce a creare un ambiente digitale più sicuro e affidabile, dove i consumatori possono fare scelte informate basate su pubblicità chiaramente identificabili.

Aspetto Negativo: Sebbene le intenzioni dell'AGCOM siano lodevoli, esiste il rischio che tali regolamentazioni possano imporre oneri eccessivi sugli influencer, specialmente per quelli a livello nascente o con risorse limitate. Questo potrebbe limitare la loro capacità di crescere organicamente o di esprimere creatività, potenzialmente soffocando nuovi talenti prima che possano emergere pienamente nel panorama digitale.

In conclusione, mentre le linee guida dell'AGCOM sono un passo necessario verso un internet più responsabile e trasparente, è fondamentale bilanciare regolamentazione e libertà creativa per assicurare che il dinamico mondo degli influencer possa continuare a prosperare in modo etico ed equo.


Team LegalBlink