Consulenza legale per ecommerce con un Team di avvocati esperti in privacy e diritto digitale, dal 2011.
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Ecommerce di prodotti alimentari: come vendere online a norma di legge

13/09/2023

Ecommerce di prodotti alimentari: come vendere online a norma di legge



Se hai deciso di aprire un sito di commercio elettronico per vendere online cibo è molto importante conoscere la normativa di settore.

Infatti, solo se il tuo ecommerce vende prodotti alimentari a norma di legge sarà in grado di evitare sanzioni della Autorità o reclami degli utenti.

Hai cercato online e hai ancora le idee confuse? Non preoccuparti, i nostri avvocati esperti in ecommerce hanno preparato una guida che ti spiegherà (bene) quali leggi deve seguire un ecommerce se vuole vendere online prodotti alimentari.

Prima di leggere l'articolo, se non lo hai già fatto iscriviti alla nostra newsletter, oppure seguici sui nostri canali social (YouTubeLinkedIn e Facebook): in questo modo rimarrai sempre aggiornato sulle novità legali del mondo ecommerce e sulle implementazioni al nostro generatore di documenti legali per siti web.





SOMMARIO


Cosa si intende per prodotto alimentare
L'ecommerce di prodotti alimentari deve pubblicare le condizioni generali di vendita
Le informazioni specifiche per vendere cibo online
Dove inserire le informazioni specifiche
Privacy e cookie policy
Cosa rischi se non rispetti la legge
Come vendere prodotti alimentari a norma online con LegalBlink
Risposte alle domande più frequenti su come vendere cibo online
Maggiori informazioni?

 

Cosa si intende per "prodotto alimentare"

 


Prima di entrare nel "cuore" della normativa sulla vendita online di prodotti alimentari, vediamo bene cosa debba intendersi per "prodotto alimentari".

Per “alimento”, “prodotto alimentare” o "cibo" si intende qualsiasi sostanza o prodotto (trasformato, parzialmente trasformato o non trasformato) destinato ad essere ingerito e utilizzato dagli esseri umani.

In questa definizione rientrano beni quali:

 

  • bevande
  • acqua
  • alcolici
  • pasta
  • frutta e verdura

 

 

L'ecommerce di prodotti alimentari deve pubblicare le condizioni generali di vendita



Il sito di commercio elettronico che vuole vendere cibo online, come qualsiasi altro ecommerce, deve pubblicare delle condizioni di vendita.

Pertanto, anche questa tipologia di ecommerce non si sottrae all'obbligo di pubblicare online i termini e le condizioni generali di vendita. Su questo tema abbiamo dedicato molte guide sul nostro blog. Ti segnaliamo in particolare quella su come Come pubblicare termini e condizioni di vendita online. In questa guida troverai le informazioni più importanti riferite alla vendita online di prodotti, e quindi anche di prodotti alimentari.

Adesso vediamo quali requisiti informativi specifici deve fornire l'ecommerce che intenda vendere online cibo e prodotti alimentari.

 

Come vendere online prodotti alimentari a norma: le informazioni specifiche

 

La vendita di cibo online è specificatamente trattata dal Regolamento europeo n. 1169/2011/UE.

Essendo un Regolamento europeo è applicato uniformemente su tutto il territorio dell'Unione europea.

In base a questo Regolamento, per ogni prodotto alimentare venduto online, l'ecommerce deve fornire le seguenti informazioni:

 

  • denominazione dell’alimento, lo stato “fisico” nel quale si trova il prodotto e lo specifico trattamento che ha subìto
  • elenco degli ingredienti
  • eventuali allergeni
  • quantità degli ingredienti o categorie di ingredienti
  • quantità netta
  • condizioni particolari di conservazione e/o le condizioni d’impiego
  • nome o la ragione sociale e l’indirizzo dell’operatore del settore alimentare responsabile che commercializza il prodotto
  • Paese d’origine o il luogo di provenienza del prodotto alimentare
  • eventuali istruzioni per l’uso, per i casi in cui la loro omissione renderebbe difficile un uso adeguato dell’alimento
  • grado alcolico per le bevande che contengono più di 1,2 % di alcol in volume
  • dichiarazione nutrizionale.



A questo elenco dovrebbero aggiungersi anche la data di scadenza e il numero del lotto.

Con riferimento a queste due ultime informazioni (data di scadenza e numero di lotto) è prevista però una eccezione.

Infatti, possono essere fornite al cliente al momento della consegna. Questo implica che data di scadenza e numero di lotto possono essere indicati nel pacco o nel prodotto medesimo. Il che è perfettamente logico con riguardo alla vendita di prodotti alimentari, posto che l'ecommerce potrebbe non disporre di queste informazioni al momento dell'inoltro dell'ordine.

Con riferimento ai prodotti alimentari congelati, al momento della consegna va fornita la data di congelamento della carne e dei pesci.

 

come vendere a norma online cibo


 

Dove inserire queste informazioni se si vuole vendere a norma cibo online



Abbiamo già visto che l'ecommerce di prodotti alimentari deve pubblicare i termini di vendita del suo sito web.

Ma dove inserire le informazioni specifiche per la vendita online di prodotti alimentari? 

E' evidente che non possono essere inserite nei termini e condizioni di vendita. Questo documento, infatti, disciplina "in generale" il rapporto con il cliente e riferito alla vendita online di prodotti alimentari.

Ebbene, le informazioni legali specifiche sui prodotti alimentari devono essere indicate nella scheda prodotto.

E' infatti nella scheda prodotto che l'ecommerce di prodotti alimentari può indicare le informazioni sul cibo che intende vendere online.
 
Molto spesso non è possibile inserire tutte le informazioni in un "blocco" di testo unico. In questo caso, va benissimo prevedere un "link" che se cliccato dall'utente, lo rimanda a una scheda con tutte le informazioni previste dalla legge.

 
come vendere cibo su internet a norma di legge

Per vendere online prodotti alimentari l'ecommerce deve curare anche la privacy e i cookie



Anche il sito di commercio elettronico che vende prodotti alimentari online deve rispettare la privacy degli utenti.

Questo significa che l'ecommerce di prodotti alimentari deve:

 
  • predisporre una valida privacy policy, che spieghi all'utente come vengono trattati i suoi dati personali 
  • pubblicare una valida formula del consenso al marketing, se intende inviare comunicazioni promozionali e/o newsletter
  • predisporre una cookie policy
  • inserire il banner cookie (solo se l'ecommerce che vende cibo online rilascia cookie di profilazione pubblicitaria o statistica)

L'obiettivo della presente guida è quello di descrivere le informazioni da pubblicare online sul sito ecommerce che vuole vendere online cibo.

Pertanto, per l'approfondimento sui temi connessi al trattamento dei dati personali e alla gestione dei cookie ti rimandiamo alle principali guide pubblicate online sul nostro blog (i cui link puoi trovare nei bullet point sopra).

 

Cosa rischi se il tuo sito di commercio elettronico di prodotti alimentari vìola la legge 



Una delle domande più frequenti che ci pongono gli ecommerce che vendono o si accingono a vendere prodotti alimentari è riferito al rischio sanzionatorio.

Quanto rischia l'ecommerce di prodotti alimentari che vende cibo online senza rispettare la legge?

Ebbene, sotto questo profilo bisogna ricordare che un sito di commercio elettronico che non presenta al consumatore tutte le informazioni sui prodotti alimentari richieste dalla legge pone in essere una "pratica commerciale scorretta" ai sensi del Codice del Consumo.

L'ecommerce può quindi essere multato con una sanzione da 5.000 euro a 5 milioni di euro.

Ovviamente, anche le sanzioni vengono irrogate in base a determinati parametri quali:

 
  • fatturato dell'ecommerce che vende prodotti alimentari
  • gravità del comportamento
  • durata dell'illecito
  • eventuali comportamenti "riparativi" del sito di commercio elettronico


E' inoltre da tenere conto che a breve entrerà in vigore anche in Italia la Direttiva Omnibus, la quale alzerà le sanzioni per pratiche commerciali scorrette fino a 10 milioni di euro. 

Il rischio sanzionato non viene solo dalla AGCM, l'Autorità che controlla i siti web per far rispettare il Codice del Consumo.

Ad esempio, nel 2019, l'Istituto Superiore di Sanità ha sanzionato un'azienda per aver venduto prodotti alimentari scaduti tramite un sito di e-commerce. Inoltre, nel 2020, la Guardia di Finanza ha sequestrato e sanzionato un'azienda per aver venduto online prodotti alimentari non sicuri per la consumazione umana.

 

Risposte alle domande più frequenti su come vendere online cibo a norma



Sono ormai molti i siti ecommerce che si sono affidati a noi per la messa a norma del business. In questi anni le imprese hanno quindi coinvolto i nostri avvocati su diverse tematiche.

Di seguito vediamo alcune delle domande più frequenti che le imprese digitali hanno posto ai nostri avvocati, con le relative risposte.
 

Come viene gestito il diritto di recesso per la vendita su internet di cibo?


Il recesso è uno dei diritti più importanti per il consumatore e sul tema abbiamo dedicato molte guide. In tal senso puoi consultare la guida su come gestire il recesso a norma di legge.

In questa sede evidenziamo il fatto che il recesso è escluso per i prodotti alimentari deperibili. Ciò a condizione che di questa circostanza se ne dia menzione nelle condizioni di vendita.
 

Quali sono le migliori pratiche per descrivere e etichettare i prodotti alimentari sul mio sito web?


Le descrizioni dovrebbero essere chiare e dettagliate, fornendo informazioni su ingredienti, allergeni, informazioni nutrizionali e data di scadenza. Le immagini devono essere di alta qualità e rappresentative del prodotto effettivo. 

 

Come determinare il prezzo di spedizione per prodotti alimentari, considerando la necessità di spedizioni rapide e imballaggi speciali?

 

La determinazione del costo di spedizione dovrebbe basarsi sul peso del prodotto, sul tipo di imballaggio necessario (ad esempio, refrigerato) e sulla velocità di spedizione richiesta. Puoi collaborare con diversi corrieri per ottenere tariffe competitive e considerare l'offerta di opzioni di spedizione con costi variabili a seconda della rapidità di consegna.

 

 

Come vendere prodotti alimentari online a norma di legge con LegalBlink 


 

LegalBlink è un tool creato da un Team di avvocati esperti in ecommerce, che permette di ottenere i documenti legali necessari per vendere online a norma di legge.

Il tool copre anche la vendita di prodotti alimentari online.

Con il pacchetto Fast legal per ecommerce, generi in autonomia i documenti legali per vendere onine cibo a norma.

Mentre con Easy Merchant fanno tutto i nostri legali. Saranno infatti loro a generare per te i documenti legali, rilasciando anche un report sulle criticità legali riscontrate nelle pagine del sito (es. la scheda prodotto), tramite un accurato checkup legale dell'ecommerce.

Ovviamente i documenti legali saranno aggiornati quando cambia la legge.



ecommerce di prodotti alimentari: come vendere online cibo a norma

 

 

Maggiori informazioni su come vendere online prodotti alimentari a norma di legge?

 

 

Contattaci se vuoi chiarimenti su come aprire un ecommerce di prodotti alimentari e vendere a norma su internet cibo.

I nostri avvocati sono a tua disposizione! Scrivi a legalblink@legalblink.it

Marco Sabani - Team LegalBlink